L’efficacia della CBT-E intensiva in adolescenti e adulti con anoressia nervosa

“La CBT-E ha dimostrato di ottenere ottimi risultati sia in adulti che adolescenti con anoressia nervosa” La terapia cognitivo comportamentale migliorata per i disturbi dell’alimentazione (CBT-E) intensiva è stata ideata, tra le altre cose, per affrontare la problematica principale dei trattamenti ospedalieri per i disturbi dell’alimentazione, ovvero l’alta percentuale di ricaduta dopo la dimissione. Ad […]

Doppio Standard nella valutazione del corpo? Come l’identificazione con un corpo stimolo influenza le valutazioni in donne con anoressia nervosa e bulimia nervosa.

Le donne con un disturbo dell’alimentazione (DA) sembrano avere un giudizio più critico e negativo sul proprio corpo rispetto a donne senza un DA e inoltre sembrano applicare standard più rigidi per se stesse nella valutazione del proprio corpo rispetto a quello di altre, a causa di un bias cognitivo, noto come doppio standard. Alcuni […]

Il disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione di cibo

Il Disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione di cibo (ARFID – Avoidant/Restrictive Food Intake Disorder) è stato introdotto per la prima volta nel DSM-5 come nuova categoria diagnostica. La diagnosi descrive individui i cui sintomi non soddisfano i criteri diagnostici dei disturbi dell’alimentazione, ma che, ciononostante, dimostrano avere significativi problemi clinici con il mangiare e con il cibo, […]

Trial clinico randomizzato di Terapia Focalizzata sui Genitori (PFT) e Terapia Basata sulla Famiglia (FBT) per adolescenti con anoressia nervosa

La terapia basata sulla famiglia (FBT) è una terapia evidence-based per adolescenti con anoressia nervosa e ad oggi risulta essere la terapia raccomandata di prima scelta dato che altri trattamenti (come psicoterapie individuali o terapie familiari generiche) sono basati su minori evidenze e non hanno dimostrato la stessa efficacia. Tuttavia gli esiti della FBT in […]

Terapia cognitiva comportamentale intensiva per l’anoressia grave e persistente: uno studio di esito longitudinale

Simona Calugi e Riccardo Dalle Grave Quando l’anoressia nervosa (AN) persiste per più di sette anni è definita come grave e persistente (SE-AN). Vari studi hanno evidenziato che i pazienti con SE-AN hanno una scadente qualità della vita, un aumentato rischio di sviluppare gravi comorbilità mediche, (osteoporosi, anomalie cardiovascolari e modificazioni strutturali cerebrali) con associata […]